Home - continua

Il Museo di Mineralogia appartiene giuridicamente alla "Sapienza" Università di Roma, afferisce al Dipartimento di Scienze della Terra e fa parte, assieme ad altri 19 musei, del Polo Museale Sapienza. 
La superficie totale del Museo è di circa 1500 mq dei quali 1200 per sale espositive e 300 per deposito, aule e laboratori. 
Per la ricerca scientifica il museo si avvale della strumentazione e del supporto logistico del Dipartimento di Scienze della Terra.
 
La superficie espositiva attualmente aperta al pubblico (circa 1200 mq su due piani) è completamente illuminata e dotata di attrezzature informatiche per il supporto multimediale.
Nella Sala Generale (piano superiore), all'interno di vetrine suggestivamente illuminate sono esposti campioni selezionati dei più importanti minerali dei giacimenti classici italiani. 
L'Isola d'Elba con minerali delle pegmatiti e l'ematite; la Sicilia con zolfo, celestina, aragonite e hauerite; la Sardegna con fosgenite, covellina, anglesite verde. 
Alcuni esempi di minerali alpini; i famosi quarzi "diamante" dei marmi di Carrara ed una ricca collezione di meteoriti. 
Completano l'esposizione campioni storici e moderni dei più importanti giacimenti europei e mondiali. 
Nella Mostra Permanente "Minerali e Vita" (area didattica, sala inferiore) è stata organizzata una mostra didattica permanente dal titolo "Minerali e Vita". In questa sala, correlata da poster esplicativi sono esposti stupendi campioni di minerali, gemme, meteoriti e la roccia più antica della terra. 
Nella sala inferiore sono anche esposti, tutti i minerali e le rocce del Lazio con la collezione speciale donata dal Re d'Italia Umberto I di minerali e rocce dell'Australia.
 
Lo staff di gestione è costituito dal direttore, dal curatore, da due tecnici di laboratorio e da un consiglio di museo costituito da 14 docenti del Dipartimento di Scienze della Terra, che collaborano attivamente alla vita del museo. Collaborano con il museo anche numerosi studenti e dottorandi del Corso di laurea in Scienze Geologiche e Scienze Naturali.